martedì 11 ottobre 2011

Marker Party 2011

Mercoledì 07 Dicembre
@ Rivolta P.V.C.
Via F.lli Bandiera, 45 – Marghera (VE)

Marker Party 2011
9° edizione

Live:
Ca'Reggae
Tasters (Stokka & Madbuddy) + Johnny Marsiglia

Dj-Set:
Dj Shocca
Dj Paone
Spiller
2 Guys in Venice

Durante la serata:
Mini polo in ciclone
Nano disc Golf
RC goldsprint

Entrata gratuita

Porta la tua maglietta e noi te la stampiamo come ogni anno grazie a Merch Attack

Ca'Reggae Bio:
Tutto nasce nel 1998 dove da 3 amici nasce l’idea di fondare una band, prima nasce come “cover band” composta da un chitarrista, un bassista e un batterista.
Con il passare del tempo i Ca Reggae acquistano man mano popolarità aumentando il team a 13 componenti anche se negli attuali concerti sul palco vediamo 10 musicisti. Nel 2005 partecipano per la prima volta al “Rototom Sunsplash”( manifestazione Reggae europea tenutasi nel parco del Rivellino ad Osoppo-UD) presentando un concerto esclusivamente di brani originali e inediti.
Amati ed applauditi da tutti, partecipano annualmente fino al 2009 conquistando sempre più popolarità e rispetto nell’ambito musicale delle band emergenti. Il 2011 è un anno che segna molto la storia di questa Band poiché esce, come detto precedentemente, il primo lavoro commerciale: il nuovo disco “Schiavi di regole”.
Schiavi di regole è appunto un messaggio col quale i Ca’reggae vogliono sottolineare l’oppressione quotidiana, dalla quale noi, volenti o nolenti, ne siamo puramente vittime, lanciando messaggi di libertà a coloro che sanno leggere tra le righe.
Ma la band non si accontenta solo dei concerti, infatti, sbarca sull’emittente televisiva “Telecittà” trasmettendo il video, attraverso una puntata speciale “tosi de campagna” condotta dai famosi “Rumatera”, dell’omonimo singolo “pianta la musica” e sulle frequenze radiofoniche di radio Bella&Monella,Radio Marilù, Radio Gelosa, Radio Piterpan e radio Birikina.
Non ci resta che attendere i concerti programmati per questa fine estate ed inizio autunno 2011 sperando di ritrovare,come quest’estate, la tavola imbandita di gadget per tutti i fan del verde giallo rosso e soprattutto dell’atteso Cd “schiavi di regole.

Stokka & Madbuddy (Tasters) Bio:
Si avvicinano all'hip hop durante la metà degli anni 1990, in principio peraltro i due non si vedono di buon occhio perché frequentatori di locali considerati rivali come "Il Ponte" e "Il Politeama", punti di ritrovo degli amanti di generi musicali alternativi come l'hip hop ma anche il punk. Stokka nel periodo che va dal 1995 al 1997 fa rap dapprima con le Teste di Vinile assieme ad Off e Nervo aka Tommy Giulio, il trio cambia nome poi in Setta del Rimario, procudendo un demotape che riceve una buona recensione su AL, il gruppo partecipa anche alla prima compilation dell'Area di Contagio.
A seguito di disguidi personali, la Setta del Rimario si sciogli e Stokka e Tommy proseguono l'esperienza fondando gli Effetto Instabile. Nel periodo dal 1997 al 1998 MadBuddy conosce Stokka al concerto palermitano di Cor Veleno, El Presidente e Zero Stress. Ciccio Stokka in quel momento si occupa delle produzioni per il rapper Cifra, il quale è alla ricerca di un MC per fondare un vero gruppo hip hop, la comunanza dei tre dà vita gli Instabili d'Alto Livello, come parte della crew Effetto Instabile. Col tempo l'interesse di Cifra e Tommy per il rap viene meno, il quartetto che compone la crew rimane un duo che ha cementato nel frattempo l'amicizia, trovando forti comunanze sui gusti musicali. Nel 1998 il duo partecipa alla compilation 50 MCs II curata dagli ATPC e nel 2001 pubblicano Palermo Centrale, il loro demo di esordio che si rivela una piccola perla e finisce presto tutto esaurito.
Dopo la partecipazione a numerosi liveshows e jam, iniziano a farsi strada oltre la scena locale. Nel 2003 il duo pubblica La Cura Del Microfono, disco che riceve buone critiche e un certo successo all'interno del circuito underground a carattere nazionale. La decadente scena italiana, simboleggiata dalla chiusura di riviste come AL, Biz e Juice, e dall'approdo ad altri generi di artisti di spessore come Neffa, amareggia particolarmente il duo, che riflette il proprio stato d'animo sull'album, rendendolo un ottimo lavoro. Il titolo del disco simboleggia il tentativo di dare una spinta positiva al rap con un lavoro che non si appoggiasse ai soliti cliché legati al rap.
Con il brano Ghettoblaster, il duo entra a far parte di 60 Hz, LP del DJ e beatmaker Dj Shocca. Nel Giugno del 2005, per Vibrarecords, Stokka & MadBuddy pubblicano Block Notes, loro secondo LP, le cui produzioni sono affidate oltre che a Stokka, anche a Dj Shocca, Squarta e Frank Siciliano. Stokka & MadBuddy sono una oramai radicata realtà del rap italiano del circuito underground, il loro ultimo album è stato positivamente recensito da diverse riviste del settore.
Il duo è fautore e membro della Gotaste, collettivo artistico con il quale portano avanti una serie di iniziative musicali tra cui la pubblicazione di due fanzine e la promozione di artisti come i Dual Shok. La Gotaste utilizza come canale preferenziale internet, come testimonia la cura posta per il il sito gotaste.it.

Johnny Marsiglia Bio:
Nato a Palermo da padre palermitano e madre cabo-verdiana, Johnny si appassiona all’ hip hop intorno ai dodici anni. Inizia a scrivere rime, e dopo qualche anno con un gruppo, i Flip Mò Squagghy, inizia a muoversi per i primi showcases nella sua Palermo, facendo così esperienza. Stringe amicizia con Buddy, Stokka, i Dual Shok e Lyno: da qui ad entrare a far parte di Gotaste,  il passo è breve.  Affascinato dalle sonorità più sopraffine, Johnny si riempie l’anima col suono di J Dilla e Stones Throw, Slum Village, 9th Wonder, Diplomats, Clipse, Boot Camp, Dwele, D’Angelo e altri ancora.
Nel 2005 esordisce a livello nazionale nel featuring contenuto nel disco di Stokka e Mad Buddy “BLOCK NOTES” dove incendia la traccia “GIU CON NOI”. Nel 2007 esce in freedownload dal sito di Gotaste il disco “RADIOGRAFIA” dove Johnny riesce a mettere in risalto tutte le sue qualità tecniche in un disco molto personale e ricco di spunti interessanti. Dal 2007 al 2009, oltre alle numerose apparizioni come featuring e gare di freestyle (arte in cui risulta sempre a livelli nazionali), Johnny accosta il suo talento in modo permanente a quello di BIG JOE (noto produttore palermitano), e insieme a MAD BUDDY (1/2 del già noto duo TASTERS) e LOUIS DEE (giovane rapper della scuderia Gotaste) formano KILLA SOUL.
Tra il 2009/2010 prende vita “SENTIRE NON E’ ASCOLTARE” nuovo disco di Johnny che nel frattempo ha cambiato lo street-name in JOHNNY MARSIGLIA.

DJ Shocca Bio:
Matteo Bernacchi meglio conosciuto con gli pseudonimi di Shocca o Roc Barakys (Treviso, 28 Marzo 1979) è un disc jockey e beatmaker italiano, membro delle crew Unlimited Struggle e The Italian Job.
Si avvicina all'hip hop già a tredici anni, affascinato dal campionamento. Dopo aver collaborato in alcuni mixtapes con i rappers Mistaman e Frank Siciliano, Shocca debutta nel 1998 con Uno, Dj Shocca. Successivamente torna alla collaborazione con Mista e Frank occupandosi dell'EP dei Centro13, di cui i due fanno parte, il disco esce con il nome di Acciaio.
Nel 2001 collabora con alcuni artisti della sua zona, tra cui ancora Frank Siciliano in Monkey Island, che però non verrà mai stampato ufficialmente, e il più noto Colpi In Aria, insieme a Mistaman, che permette al DJ di diventare una importante realtà dell'underground: prende parte a numerosi remix e collaborazioni e pubblica, dopo un periodo di viaggio per l'Europa, con l'album 60 Hz nel 2004, pubblicato per Vibrarecords. L'album contiene collaborazioni di Esa, Capone, Mistaman, Stokka & MadBuddy, DJ Double S, Club Dogo, Nesly Rice, Bassi Maestro, Yoshi, Primo, Frank Siciliano, ATPC, Mondo Marcio. Nello stesso anno collabora con Bassi in Busdeez Presenta: The Remedy Tape – Volume Uno e nella compilation Magiko Hip Hop. Nel maggio del 2007 collabora con Frank Siciliano al progetto "Unlimited Struggle", con cui produce "Struggle Music", l'album presenta perla dopo perla, basi che presentano campionamenti e parti suonate, fondendo le due correnti di produzione. L'album espone talenti come Frank Siciliano, Mistaman, Stokka & MadBuddy, Bassi Maestro, Club Dogo, Ghemon, Tony Fine, Amir, Jack The Smoker e altri talenti della scena Hip Hop italiana. Il 16 Settembre 2007 esce il nuovo disco degli Special Teamz, di cui Dj Shocca Produce Classical, in mezzo a produttori del calibro di Premier, Pete Rock ecc. Nuove produzioni vibrano sotto Unlimited Struggle.

DJ Alex Paone Bio:
Alex Paone inizia ad avvicinarsi al mondo dell'hip hop nella prima meta' degli anni 90, quando questa cultura invase il mondo in maniera ancora piu' massiccia di quanto gia' non lo fosse in precedenza. È qui che si avvicina al mondo del djing, pur non disdegnando qualche performance da mc (è del 1998 il demo del progetto zona metrica "diretto a domicilio"). Ma è nei primi anni del nuovo secolo che Dj Alex Paone si consolida come affermata figura di dj nei più svariati locali del nord-est e non solo.. Palladium, Piero's, Operà, Havana Club, Sottosopra, Le Pigalle, Matilda, Tamurè, Takabanda, Odissea, M1,etc.. non sono altro che alcune delle location più rinomate, in cui si sono create confortevoli e divertenti situazioni portando e trasmettendo un progetto musicale considerato a torto "di nicchia". Dj Alex Paone qui matura esperienza e fa sì che il prodotto musicale ora conglobi maggiormente in una selezione funky e disco music anni 70/80. Musica fine per palati fini.

Dj Spiller Bio:
Cristiano Spiller, in arte Dj Spiller, è uno dei più prolifici artisti italiani dance conosciuti all'estero; le sue produzioni, composte da remix e brani originali hanno frequentemente raggiunto le posizioni di vertice nelle classifiche di tutta Europa e molto spesso anche delle charts d'oltreoceano.
Il suo esordio artistico come Dj avviene all'inizio degli anni '90 nel club El Souk di Venezia a cui seguono le esibizioni nei migliori locali d'Italia e d'Europa; contemporaneamente, Spiller inizia un lungo lavoro di realizzazione di brani e remix attraverso l'ausilio di campionatori e computer che culmina con la pubblicazione nel 1997 del disco d'esordio "Laguna's Spiller From Rio", una produzione di latin-house immediatamente pubblicata in Inghilterra dall'etichetta Azuli e successivamente riproposta in ambito internazionale dalla Positiva/Emi.
Il grande successo conseguito permette a Spiller di iniziare una lunga attività di remix che, iniziata con il brano dei Smoke City "Numbers", prosegue con le canzoni "Reunion" di Gloria Gaynor, "Sunshine" di Matt Bianco, e "My Funny Valentine" dei Run DMC per elencarne alcune tra le più importanti.
Nel 1998 Spiller pubblica il disco "Batucada", cover dance del brano classico di Marcos Valle, che ottiene un grande successo in tutta Europa. Ad esso segue il successivo EP "The Mighty Miami EP", che conferma gli eccellenti risultati di vendita e riscontro artistico.
Nel 2000 Spiller, feat. Sophie Ellis-Bextor, pubblica il nuovo singolo "Groovejet (If This Ain't Love)", che, supportato da un videoclip di frequente rotazione televisiva, raggiunge le vette delle classifiche inglesi ed australiane.

2 Guys in Venice Bio:
Due pazzi che tra selezioni deliranti, stage diving e spogliarelli tutti R’n'R non lasciano mai intendere dove finisca la “scena” e dove cominci la follia.
Party attitude e gran caparbietà electro sono ingredienti cardine del progetto di Carlo e Nicola a.k.a. 2 Guys In Venice.Freschi remixer per Riva Starr (a 6 mani con Spiller) portano al Rivolta PVC un pò della loro bassline-attitude da far invidia anche ai più seri e navigati producer d’oltremanica.