venerdì 27 luglio 2012

Vinicio Capossela "Rebetico Gymnastas Tour"

Venerdì 02 Novembre @ Centro Sociale Rivolta
Via F.lli Bandiera, 45 - Marghera (VE)

Vinicio Capossela
Rebetico Gymnastas Tour 2012

Biglietti ancora disponibili al botteghino

inizio concerto ore 21.30

Prezzo del biglietto
18 € in prevendita al Rivolta da mercoledì 10 ottobre (Mercoledì e Giovedì dalle 18.00 alle 20.00, Venerdì dalle 20.00 alle 24.00 e Sabato dalle 17.00 alle 24.00)

18 € + 1 € costo del servizio su Sherwood.it

Apertura cancelli ore 19.00

Infoline: 328.8240023 o info@rivoltapvc.org

Vi informiamo che nella Sala Hangar, dove si svolge il concerto, non si può fumare

All’interno del Centro Sociale Rivolta puoi trovare:
Hosteria, Creperia, Bar&Cocktails, Libreria, Palestra e servizio guardaroba.

E' Vinicio Capossela il secondo ospite eccellente del Rivolta di Marghera che ha da poco riaperto i battenti con la nuova stagione live (e non solo).
Ed è proprio dal centro sociale Rivolta che - il 2 novembre - parte il tour di Capossela nei club, portando su e giù per l'Italia il concerto tratto dall'ultimo lavoro del cantautore "Rebetiko Gymnastas" (La Cupa/Warner), uscito nel giugno 2012.

Nota bene sull'acquisto dei biglietti on line su Sherwood.it

Per acquistare i ticket è necessaria la registrazione (anche con login federato Facebook o Google) e seguire la procedura indicata.

Gli utenti, al termine dell'operazione, dovranno stampare un voucher che consegneranno in una biglietteria dedicata per ritirare il biglietto.

Se riscontrate dei problemi durante la fase di acquisto, scrivete a ticket@sherwood.it

Perchè acquistare i biglietti on line
direttamente sul sito di Sherwood?

Perchè eviti le code usando gli ingressi dedicati;
Perchè ti sei assicurato l'ingresso anche in caso di sold out;
Perchè il servizio di prevendita costa solo 1€;
Perchè è facilissimo e sicuro.

Presto disponibili anche nei circuiti abituali.

Dopo gli "Esercizi allo Scoperto" che Vinicio Capossela e i suoi Rebetici Ginnasti
hanno praticato all'aperto nell'estate olimpica appena trascorsa, il rebetiko
rientra al chiuso, nei rock club, ovvero negli spazi coperti che più si confanno al suo spirito ribelle e underground.

Il rebetiko è musica nata da una catastrofe, da una grande crisi e da una colossale migrazione.
Da allora ha sempre avuto un contenuto eversivo, ha portato in sé il cromosoma della ribellione, della rivolta individuale. Rebeta viene dal turco rebet, ribelle, colui che meno si tira indietro quando le città vanno a fuoco. Il rebeta è uno che non si sottomette al meccanismo del consumo e che semmai cerca la sua bellezza altrove. Scrive John Berger che la musica iniziò dal grido che lamenta una perdita. Il rebetiko è una musica che lamenta quello che tutti noi abbiamo perduto, una musica che non dimentica le sue origini. Si officia in luoghi chiusi, dove si beve e si privilegia lo struggimento individuale. E' musica che viene dal basso, che si condivide a tavola, come
un'eucarestia – Vinicio Capossela