domenica 16 settembre 2012

Afterhours - Club Tour 2013

Sabato 09 Marzo @ Centro Sociale Rivolta
Via F.lli Bandiera, 45 - Marghera (VE)

Afterhours Club Tour 2013

Open act: Elli De Mon

www.facebook.com/ellidemon.onegirlband - ellidemon.bandcamp.com

Dopo il concerto Dj-Set: Momostock (Sherwood.it)

www.facebook.com/momostock


Apertura cancelli dalle ore 19.00
Inizio show Afterhours ore 23.00

Ingresso 15 €
Biglietto in prevendita a 15 € + 1 € costo servizio su www.sherwood.it
Le prevendite saranno disponibili presso il Rivolta

Martedi, Mercoledi, Giovedi dalle 17,00 alle 19,00
Venerdi dalle 19,00 alle 21,00

Info Line: 389.8594866
All'interno del Rivolta puoi trovare: Osteria "La Rivoltella", Servizio guardaroba, hot dog e panini farciti, birreria.

Il Centro sociale Rivolta ha anche inagurato una palestra popolare, lo sportello dell'Ass.ne diritti lavoratori, la scuola di italiano per migranti LiberalaParola


Afterhours Club Tour 2013

Dopo i numerosi riconoscimenti raccolti nel 2012 con “Padania” (dalla Targa Tenco come “Album dell’Anno” al Premio della Critica di Musica & Dischi, dal Premio P.I.M.I. come “Gruppo dell’anno” alla Targa Indie Music Like), gli Afterhours annunciano il Club tour 2013.
Passerà anche per il Centro Sociale Rivolta il tour invernale della band milanese, che dopo qualche anno torna ad esibirsi nel club; una dimensione ed un tipo di tensione che mancavano molto al gruppo in Italia, dove negli ultimi tempi si erano esibiti quasi esclusivamente in palasport e durante i tour estivi in arene all’aperto.

Afterhours - Padania

Per il loro decimo album di studio, intitolato Padania, gli Afterhours hanno deciso di scegliere decisamente la strada della completa autoproduzione, affidandone la distribuzione ad Artist First. Come rivela il titolo, il gruppo affronta con l’abituale determinazione, consapevolezza e capacità di provocazione argomenti attuali e scottanti. «Padania è uno stato mentale», dice Manuel Agnelli, «non ha confini geografici, è uno stato della mente e dell’anima. È il nome che meglio rappresenta la disperazione di uomini che sanno di poter avere tutto tranne che se stessi. È una corsa impazzita ad occhi chiusi sperando di arrivare più lontano possibile da quello che non vogliamo sapere di essere. È la forza oscura che ti spinge a diventare quello che non sei. La canzone parla di una persona che vuole cambiare la propria vita e il proprio destino (come la maggior parte di tutti noi), perché crede che ci debba essere qualcosa di più del destino e della fortuna. È un desiderio così forte che diventa un’ossessione e questa ossessione diventa una maledizione, che la porta a vincere tutte le sue battaglie ma a dimenticarsi del perché sta combattendo. A realizzare tutto. Tranne che se stesso.»

Links Utili:
www.afterhours.it


Elli De Mon

Elli De Mon è chitarra resofonica, grancassa, sonagli, voce e ampli saturato: una vera e propria one-girl-band.
L'anima folk dei Le-Li, progetto con cui la giovane vicentina ha girato nel recente passato Italia ed Europa, viene scossa dal risveglio di quel demone interiore che i toni fiabeschi e giocosi delle canzoni del duo erano riusciti a sopire.
Attingendo a piene mani dalla tradizione sciamanica dei lontani incantatori Bessie Smith, Fred McDowell e Son House, Elli combatte i suoi demoni con lo strumento a lei più congeniale: la musica.
Un blues nuovo, fatto di slide selvaggi e contaminato da influenze punk (Elisa militava anche negli Almandino Quite Deluxe), che racconta la necessità di uscire dall'ombra, lasciandosi dietro le spalle le esperienze più buie, di superare la notte tanto amata dai demoni e di affrontare il timore che l'incertezza del futuro porta con se.